Margantonio POCOPOCOPIANOPIANO

mercoledì 22 febbraio 2017

Si ritorna in Maratona





Domenica a Salsomaggiore le maglie verdi dell'Atletica Tre Casali tornano a gareggiare sulla distanza della Maratona. Sarà la seconda Maratona stagionale dopo quella di Crevalcore il 6 gennaio, anche in questo caso cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile pur non considerando questa gara l'obiettivo stagionale.


 Torno a Salso per l'ottava volta, quasi sempre ho realizzato grandi prestazioni seppur si tratti di una gara di inizio stagione.
Qui ho conosciuto e corso con tanti amici, molto spesso proprio grazie al loro aiuto (vedi Bardoni, Vedilei) ho costruito grandi risultati.
 Nel 1999 e nel 2000 correvo ancora con il Dopolavoro Ferroviario, mi allenavo tanto e stavo preparando il mio fisico per ottenere in ottobre i due "capolavori" della mia carriera podistica.

 Nel 2004 una improvvisa e copiosissima nevicata rese la gara molto strana. Alcuni dei protagonisti non riuscirono a giungere alla partenza, lo stesso Calcaterra fu costretto ad un giro larghissimo per essere della gara.
Ero in splendida forma e grazie ad un avvio velocissimo aiutato dal friulano Luca Bardoni riusci a giungere 5° assoluto con il tempo di 2:39:30.
Alle mie spalle alcuni tra i più grandi maratoneti amatoriali di quegli anni (Vedilei, Bonfanti, Crotti, Paoletti).

 Nel 2005 altro grandissimo risultato, addirittura migliore dell'anno precedente ed ancora tra i primi 10.
 Nel 2006 nuovamente tra tanti amici, Vedilei (in foto).
 Dopo diversi anni di pausa son tornato nel 2014 ed avevo addosso la maglia di Simone al quale dedicai la gara...era morto da pochi giorni.

martedì 21 febbraio 2017

Bella passeggiata Colugna-Branco-ippovia

Sull'ippovia
 Oggi era destinata al ciclismo ma una brutta giornata uggiosa mi ha fatto recedere. Ho optato quindi per una bella camminata. Ho preso la direzione di Colugna, Branco per poi procedere sull'ippovia.
Una podista a Colugna

Chiesa a Branco

Selfie nebbioso sull'ippovia
Al termine dell'ippovia mi supera l'amica magra

Siamo sempre di più...193 ieri sera

 Ci avviciniamo a quota 200, tantissimi uomini e donne che hanno scelto di fare attività fisica in compagnia e che hanno come ricompensa un sorriso immenso stampato sulle labbra quando li vedi in piazza a Feletto prima di partire ma soprattutto alla fine della fatica.
...e ti senti orgoglioso di far parte di questo gruppo...
ti senti orgoglioso anche se a volte in estremo imbarazzo quando ti salutano per nome e non sai rispondere per le rime perchè quel volto lo riconosci ma non sai chi sia, oppure non lo hai veramente mai visto.
Ma cosa importa?

Siamo giunti alla 15^ uscita serale per QUELLI DELLA NOTTE di Tavagnacco e sempre più amici si uniscono. Ieri sera eravamo in 193 suddivisi nei sei gruppi, 3 di corsa e 3 per camminare.

Camminata Benessere: 39
Camminata Allegra: 81
Camminata Sportiva: 31
Corsa Simpatia: 22
Corsa Turbo-Lenta: 13
Corsa Spiritata: 7


Si tratta del RECORD di partecipazione con un incremento di oltre il 10% rispetto alla settimana precedente a dimostrazione che l'iniziativa ha colto in pieno l'attenzione di chi ha la passione per fare movimento e farlo in compagnia. 

Ieri sera per motivi organizzativi ho dovuto lasciare il gruppo della camminata allegra (quella intermedia che ha visto la partecipazione di ben 81 camminatori) per dare il mio contributo di "faro" alla corsa turbo-lenta.
Naturalmente il clima è decisamente diverso, correre seppur a ritmo per me tranquillo di 5'20'' è comunque impegnativo fisicamente ma essendo in 13 tutti ben allenati si tratta solo di accompagnare ed indicare la strada che si è scelto di percorrere. 
Ho l'occasione comunque di conoscere qualche nuovo amico e fare un breve allenamento che altrimenti certamente avrei evitato. 
In coda al gruppo un "piacevolissimo ronzio" ci accompagna, sono Sarah ed Elena che imperterrite ciacolano per tutti i 45 minuti della nostra corsetta, avranno pronunciato l'equivalente delle parole che io esprimo in una settimana.
La nostra fatica si è conclusa in piazza puntuali come sempre alle 21:45 ed è stato un piacere reincontrare e salutare gli amici della camminata, riunirsi per la foto finale e scoprire che QUESTA INIZIATIVA MI FA STARE VERAMENTE BENE.

Giovedì mattina naturalmente si replica, QUELLI DEL CAPPUCCINO saranno attivi alle 9 in punto per una passeggiata con camminata SVELTA di circa 8 km confidando in una bella giornata di sole. 

lunedì 20 febbraio 2017

Una lettura indispensabile per chi ama lo sport vero

“In qualsiasi circostanza, battere un avversario è l’ultima delle mie preoccupazioni. Ciò che piuttosto mi interessa è se riesco o meno a raggiungere gli obiettivi che io stesso mi sono prefisso. In questo senso, correre su lunga distanza è uno sport perfettamente consono alla mia mentalità.”

Quale migliore citazione per recensire in modo accattivante questo libro che ho letto ormai diversi anni fa.
Murakami è un grande scrittore ma è anche un uomo di sport (pratica la corsa di lunga distanza ma anche il triathlon), capacissimo di rendere "romanzo" anche un racconto di una gara o un allenamento. La fisicità del gesto viene elevata a godimento dell'animo.

*******************

Consueto appuntamento settimanale di QUELLI DELLA NOTTE per fare un po' di attività fisica insieme. 
Ritrovo per i camminatori alle 20 in Piazza a Feletto con partenza alle 20.15.
3 ritmi previsti: camminata benessere, allegra e sportiva.

Ritrovo per i podisti alle 20.30 in Piazza a Feletto con partenza alle 20.45.
3 ritmi previsti: 4:45---5:15--6:15

domenica 19 febbraio 2017

Un WE intenso tra bici e corsa

 Il mio we sportivo è iniziato sabato con una bella uscita in bici insieme a Milena. Siamo partiti senza un obiettivo particolare, ci siamo avviati verso Savorgnano come accade diverse volte...lì però abbiamo preso per Qualso e questo era un segnale che avremmo seguito altre strade.
 Infatti ci siamo diretti a Nimis da dove abbiamo preso la salita per Clotz e poi Ramandolo.
Mentre eravamo sulla discesa successiva abbiamo deciso improvvisamente di salire a Chialminis. Come prevedevo sulla salita che è molto regolare ma non troppo impegnativa Milena mi ha staccato decisamente infliggendomi più di un minuto di distacco.
Discesa successiva verso Tarcento.





Proseguiamo successivamente verso Artegna, Gemona, Buja, Pagnacco.

Domenica invece uno splendido collinare di corsa.
Partiamo sull'ippovia, deviamo verso Pagnacco che sfioriamo solamente, Brazzacco poi la splendida salita verso Santa Maria del Gruagno che raggiungiamo da dietro.
Ancora qualche km di saliscendi prima di affrontare la discesa (leggera) che ci riporta verso casa. Il ritmo aumenta decisamente e il nostro collinare si trasforma in progressivo. Al termine 22 km con 200 m di dislivello e 4'55'' di media è decisamente un gran allenamento
 

venerdì 17 febbraio 2017

Prima salita dell'anno. VALLE da Canal Grivò

Mercoledì 15 Febbraio prima salita dell'anno. Scelgo di iniziare subito con qualcosa di impegnativo ma non troppo. La salita di Valle di Soffumbergo (lato Vendoglio fu la mia prima) quindi perchè non riproporre la stessa ma per renderla più agevole la prendo da Canal Grivò.
Ottime sensazioni.
Fatta tutta con il 34/21 (terz'ultimo dei miei rapporti).

Tempo complessivo dal ponticello sul Grivò fino a Valle 29'21'' per 5,48 km

Ho fatto male i conti per cui mi son ritrovato a rientrare a casa praticamente col buio.

Un biciclettaro sul Porzus

Diventano due le salite in questa settimana, ed entrambe di tutto rispetto visto che lo scorso anno erano persino inserite al Giro d'Italia.
L'ascesa odierna è stata al Porzus.
La giornata è grigia e l'aria frizzantina, mi aspettavo una mattinata migliore tanto che avevo chiesto un cambio ad un mio collega per poter uscire.
In testa avevo il girobike ed in particolare una nuova salita.
20 km di riscaldamento fino ad Attimis, imbocco la strada che porta su in montagna.
Dopo un paio di km devo scegliere, al bivio prendo per Subit o scelgo la più dura Porzus?

 Vada per il Porzus...sono in vena di farmi male.
Nella realtà questa è una salita che ho affrontato più volte, è dura ma costante fino al paesino (5 km) poi uno strappo fortissimo ed ancora un paio di km di ascesa costante ma non proibitiva.
 Lungo la salita sono ancora evidenti i segni del passaggio del Giro dello scorso anno. Le scritte per terra ma anche alcuni murales molto belli.
Mentre in pianura il cielo era grigio e fumoso, appena in quota il sole faceva capolino. Purtroppo dal "belvedere" la pianura era mascherata da una cappa di nebbia.


Transito dal cartello PORZUS senza fermarmi, svolta a destra, poi a sinistra e si affronta la erta impennata. Per la prima volta abbasso il rapporto e mi porto sul penultimo, tutto il resto della salita l'ho affrontata con il terzultimo.
Questo è un dettaglio che mi dà fiducia...con un po' di allenamento e tanta pratica quest'anno forse potrò lanciare la sfida al KAISER (lo Zoncolan per chi non lo avesse capito). Per adesso è solo una idea ma il verme ha cominciato a lavorare.
 Arrivo al culmine della salita dopo 7,26 km in 41' 32'' a 10,5 km/h di media.
I ciclisti sorrideranno ma non importa, io sono un biciclettaro e mi va benissimo.
Breve pausa per la foro di rito e si affronta il tratto di discesa leggera che porta a Bocchetta Sant'Antonio. Al quadrivio, svolta a destra e mi lancio nella discesa (è un eufemismo visto che viaggio con i freni tirati) che passando per Canebola mi porterà fino a Faedis.


Mancano gli ultimi 15 km e il "caso bastardo" vuole che oggi il vento soffi anche in faccia, di solito non succede mai in questo tratto.
Rientro con 55 km a 24,2 di media che con 850 m di dislivello mi soddisfa decisamente.

giovedì 16 febbraio 2017

Due nuovi record per Quelli del Cappuccino

Distanza più lunga percorsa (8,9 km) e gruppo più numeroso, 19 camminatori e un cane, delle 10 uscite finora fatte.
Grande soddisfazione per tutti anche perchè con questa splendida giornata di sole di meglio non si poteva fare. Gruppo molto compatto e passo tenuto svelto in testa da Clara, Giovanna e dalla sua amica; poco distanti Enrico, Michelina e Cristina ad incalzare.

 Anche la nuova entrata Monica si è difesa molto bene dimostrando entusiasmo per l'iniziativa. In grande spolvero Glauco che oggi si è posto subito in centro gruppo lasciando la coda che di solito era solito occupare. Inossidabili Oriana e Gloria a chiudere. Un grazie anche a Lorenzo che ha preso un permesso pur di esserci e ad Alex. Per non dimenticar Valentina e il suo cane.

Abbiamo percorso l'ippovia prendendola dal suo principio avendo di fronte lo splendido spettacolo delle Alpi ben illuminate dal sole.

Che dire di più? Una eccezionale mattinata che ci darà carica per tutto il giorno. Alla fine una foto in piazza...peccato che il fotografo fosse il più scarso in circolazione.

Alla prossima amici, a chi c'era e a chi purtroppo oggi non è potuto essere presente.